ricadere negli stessi errori

Continui a ricadere negli stessi errori? Scopri come evitarlo

Ti è capitato di avere l’impressione di ricadere sempre negli stessi errori e come conseguenza di ciò ritrovarti a fare scelte sbagliate? E’ possibile interrompere il circolo vizioso che lo genera? Identificando molto più velocemente il problema che sta all’origine di questo tipo di situazione.

Così puoi fermare il sequel degli errori ripetitivi e fare quindi scelte migliori.

Ricadere negli stessi errori

Hai presente i dischi in vinile? Magari non appartengono ai ricordi della tua generazione o magari sì. In ogni caso, cosa succedeva con questi dischi? A causa di graffi sulla superficie, ogni volta che la puntina del giradischi arrivava in quel punto, la riproduzione veniva interrotta. Per quanto si cercasse di andare oltre, la riproduzione del disco seguiva sempre lo stesso iter. L’unico modo per proseguire era: buttare il disco e comprarne uno nuovo, oppure far saltare manualmente quel punto alla puntina e lasciare che proseguisse nel resto della riproduzione.

Questo esempio rispecchia molto bene quello che accade anche a noi e probabilmente anche a te che stai leggendo.

Di fronte a situazioni specifiche, si tende a rispondere sempre nello stesso modo e ovviamente questo genera sempre lo stesso risultato.

Trattandosi di un comportamento automatico, frutto di qualcosa che è rimasto bloccato da una esperienza pregressa, non può produrre risultati produttivi e funzionali. Per questo motivo la sensazione è quella di ricadere sempre negli stessi errori.

“Non capisco perché finisco sempre con lo scegliere lo stesso tipo di uomo, che non mi rispetta”

“Per quanto io continui a ripetermi che non è il caso di arrabbiarsi ogni volta che mia madre/marito/etc si comporta con me così, quando mi dice le solite frasi che conosco a memoria, non ce la faccio a stare calma e finiamo con il litigare”

“Ogni volta che mi tradisce torna da me chiedendomi perdono e giurando che non lo farà mai più. Io so benissimo che non è vero, ma continuo ad accettare le sue scuse e tutto quello che ne consegue.”

L’elenco di comportamenti disfunzionali che ci fanno ricadere negli stessi errori è molto lungo. Nonostante la varietà dei modi in cui si presentano, il problema di fondo rimane sempre il medesimo.

La mia frequenza personale determina le circostanze e le situazioni che mi accadono. I miei pensieri e le mie credenze creano la mia vibrazione personale.

Partiamo da qui per vedere come poter interrompere questo circolo vizioso che causa frustrazione e perdita di energia e tempo.

Parlare di frequenza personale equivale a dire la mia energia personale. Pertanto l’energia che io investo nelle cose che faccio, crea la matrice delle situazioni che poi mi troverò a vivere nella mia realtà.

I miei pensieri e le mie credenze sono in grado di alterare la mia energia e quindi anche la mia realtà.

Detto questo, verrebbe da dire che, lavorando in modo attendo sulla mia produzione di pensieri, risolvo la questione e posso interrompere il meccanismo automatico disfunzionale.

Certamente questo è vero. Governare i propri pensieri decidendo quali far passare o quali allontanare è uno strumento potentissimo di gestione della realtà. I pensieri sono delle vere forze.

Ma d’altronde, è come tuffarsi in un oceano sconfinato, un mare magnum dove, sotto la superficie, nuota di tutto.

Identificare molto più velocemente il problema

Esiste allora un modo per “pescare” in questo oceano solo quei pensieri che fanno capo all’energia interrotta, che causa il “salto” della puntina sul mio disco?

La risposta è sì, ovviamente!

Pertanto il punto di partenza è collegato alla mia energia. Operando un’analisi di quest’ultima, sarò in grado di identificare con molta precisione dove esiste un ristagno, causa dell’interruzione e della perturbazione della mia vibrazione personale.

Grazie all’analisi energetica con il S.E.I. Sistema Energetico Integrato®, è possibile mettere in stretta connessione il sé e l’io.

La conoscenza del mondo simbolico come linguaggio di comunicazione con il Sé consegna un’informazione precisa e puntuale di quale sia il prossimo passo corretto da fare.

La scansione di tutto il sistema energetico consente poi di trovare le aree che non sono funzionali a questo giusto procedere. Esse causano il ricadere degli stessi errori e automatismi.

In questo modo ho la possibilità di identificare in modo preciso il problema, circoscriverlo e attuare strategie mirate con minor dispendio di energia e maggiore soddisfazione rispetto al risultato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.