Concentrarsi

Concentrarsi vuol dire fissare il pensiero su un oggetto o il completamento di un’azione che la nostra mente ha progettato ed elaborato.

È quindi una azione volontaria che viene messa in atto rispetto alle direttive che la mente dà e ci aiuta a focalizzare la nostra attenzione su quello che facciamo e vogliamo.

Diverso dall’attenzione che invece è un processo passivo ed istintivo del cervello che focalizza la mente su alcuni stimoli, elementi o aspetti di una determinata situazione.

È una funzione cognitiva necessaria all’esecuzione di tutte le attività quotidiane e dipende da tanti fattori come le condizioni ambientali, lo stress, l’età, la stanchezza…

La concentrazione è un processo determinato che consente di dirigere l’attenzione verso un obiettivo specifico.

È la capacità di mantenere l’attenzione su quel determinato stimolo inibendo stimoli distraenti oppure riportando l’attenzione nuovamente allo stimolo originario.

La mancanza di concentrazione si presenta quando manca la motivazione e l’interesse su oggetti o argomenti ben precisi.

Può manifestarsi in caso di anemia da carenza di ferro e di varie patologie neurologiche (come il morbo di Alzheimer).

Inoltre, rientra tra i sintomi psichici di depressione e disturbi d’ansia. In qualche caso, dipende dalla carenza di sonno o dallo stress.

Può essere conseguenza di uso di droghe, alcolici, farmaci antidepressivi o ansiolitici.

Ci sono esercizi e tecniche che aumentano la concentrazione, ma qui voglio approfondire l’utilità delle essenze floreali di alcuni repertori.

Elencherò quelli più importanti nei vari repertori floreali che, come al solito possono essere utili anche per i bambini e per gli studenti.

E in fondo potete trovare delle composizioni già pronte dei vari repertori utili per memoria, concentrazione, apprendimento.

Per quanto riguarda i fiori di Bach, molte tipologie floreali hanno mancanza di concentrazione e ne elencherò sinteticamente qualcuno:

  • CLEMATIS– sono persone a cui piace sognare ad occhi aperti, che dormono molto o fanno fatica a svegliarsi. Non riescono a mantenere la concentrazione perché quando vogliono focalizzare su qualche cosa che non li stimola o non li interessa, la mente va altrove.
  • IMPATIENS– ha sempre fretta, fa tutto ad una velocità maggiore di altri e quindi è complicato concentrarsi su qualche cosa perché questo vuole dire fermarsi.
  • MIMULUS- si mantiene in una ipervigilanza costante, poiché gli altri “l’osservano ” e stanno sicuramente “scoprendo i suoi difetti e le sue miserie.” Quindi questo stato di allerta costante, di sfiducia permanente, esaurisce e fomenta la mancanza di concentrazione.
  • SCLERANTHUS- Hanno difficoltà a concentrarsi, in quanto la mente scivola da un argomento all’altro.
  • WHITE CHESTNUT – i pensieri si affollano nella mente e la bloccano. Sono pensieri fissi che non si riescono a mandare via come anche preoccupazioni, ma che comunque sembra impossibile concentrarsi su qualcosa e sfollare la mente anche per poco tempo.
  • CERATO– troppi stimoli da troppe parti non fanno capire quale è ciò su cui dobbiamo stare concentrati.
  • OLIVE– la mancanza di concentrazione è dovuta a troppa stanchezza. Sia fisica che mentale.

Nel repertorio californiano Fes esiste:

  • CHAMOMILE- Quando la tensione emotiva condiziona il processo di apprendimento e la concentrazione.
  • MADIA– si distrae facilmente, è sbadato, fa fatica a concentrarsi e tende ad essere dispersivo. Sono persone che iniziano tante cose, ma poi le lasciano a metà. Difficoltà a focalizzare.
  • PEPPERMINT– sono persone che manifestano una tendenza alla “pesantezza” di spirito in seguito ad un eccesso di attività mentale. Come rimedio rappresenta un tonico per chi si sente stanco e annebbiato, utile per superare gli stati di letargo mentale, in quanto sviluppa chiarezza e vivacità di spirito.

Se poi passiamo al repertorio australiano del Bush troviamo:

  • BUSH FUCHSIA– Incapacità di bilanciare il lato logico e razionale con quello intuitivo e creativo. Utile nei casi di incapacità di studiare per lunghi periodi senza perdere la concentrazione. Bilanciando i due emisferi celebrali, aiuta ad entrare in contatto con le proprie intuizioni. Per chi sta molto tempo davanti a video terminali o altri dispositivi elettronici e si sente un po’ offuscato a fine giornata.
  • JACARANDA– sono persone che iniziano i loro progetti e non li portano a termine, soprattutto perchè sono distratti da altre fonti di informazioni. Il fiore dona decisione, lucidità mentale, concentrazione e lucidità di pensiero
  • RED LILY Per persone vaghe, indecise e portate a sognare ad occhi aperti, quindi mancano di concentrazione e di memoria in quanto prestano scarsa attenzione agli eventi che le circondano. Il fiore aiuta a scoprire e a far crescere la concretezza e la concentrazione e ad imparare a vivere il presente.
  • SUNDEW Per le persone vaghe ed indecise che non pongono attenzione ai dettagli. Sono emozionalmente combattuti, specialmente se devono fare qualche cosa di non piacevole. Sognatori ad occhi aperti. Il fiore fa emergere il senso pratico, l’attenzione per i dettagli, la concentrazione e la precisione.

Come accennato prima, esistono poi delle composizioni floreali utili per memoria, concentrazione, apprendimento:

  • MIND FULL – Range of light (Fes) I fiori nella formula rinvigoriscono l’attività mentale, fanno superare la letargia a causa di digestione e metabolismo sbilanciati. Apportano chiarezza contrastando la stanchezza mentale. Apportano forze al risveglio, ripristinando il ritmo di sonno-veglia più salutare e contrastando la pigrizia durante il giorno – Promuovono un’alta funzionalità intellettuale, ma dando una visione ampia ed integrando le singole informazioni, pur rimanendo flessibili e avendo la capacità di seguire simultaneamente dettagli diversi, senza perdere la concentrazione o distrarsi. Per qualsiasi stile di vita professionale che richieda una concentrazione mentale ad alto livello e lucidità intellettuale (ricerca, scrivere, direzione di una azienda parlare in pubblico). Per gli studenti che devono
    affrontare esami o hanno la necessità di focalizzarsi maggiormente su materie più difficoltose. Come ulteriore aiuto per coloro che hanno difficoltà di apprendimento o confusione mentale, in combinazione con altri opportuni trattamenti. Durante qualsiasi progetto importante che richiede forze extra di concentrazione mentale e lucidità.
  • CONCENTRATION – Australian Bush flowers – Dona concentrazione e chiarezza in qualsiasi attività. Migliora le capacità di apprendimento nello studio e nel lavoro permettendo l’elaborazione di nuove idee ed informazioni. Agevola il contatto col proprio lo in cui sono racchiuse tutte le conoscenze e le esperienze del passato e aiuta a bilanciare i meccanismi intuitivi e cognitivi, integrando idee e informazioni.
  • EASY LEARNING Essenze alaska – alaskan flower essence project Concentrazione e focalizzazione, migliora la memorizzazione delle materie di studio, aiuta nel lavoro intellettuale. Preparazione di esami e test, workshop o conferenze lavorative. Percorsi universitari. Problemi d’apprendimento nei bambini o negli adolescenti.
  • KINDER GARDEN – Range of light (Fes) – Come protezione contro influenze che disturbano o irrigidiscono i ritmi naturali di apprendimento del bambino, come la tecnologia, i viaggi o il sentirsi senza casa o senza fissa dimora.
  • ESSENCE OF CLARITY Essenze australiane living (da assumere prima di coricarsi). Dona un centro interiore di calma mentale e lucidità. Consigliato in casi di difficoltà di concentrazione, confusione ed irrequietezza mentale, disordine e dispersione dell’energia mentale. Molto utile quando manca l’energia Yang del principio maschile interiore ed i nostri progetti rimangono incompleti e si tende alla procrastinazione. Incoraggia a perseguire i propri obbiettivi fino alla loro completa realizzazione.

La composizione delle essenze scelte è da assumere 4 gocce 4 volte al giorno sotto la lingua, sia se si tratta di fiori di Bach che di californiani (Fes).

Mentre i fiori australiani Bush si assumono 7 gocce mattina e sera sempre sotto la lingua.

I fiori australiani della Living sono da assumere 6 gocce in un bicchiere d’acqua una volta al giorno.

Le essenze dell’Alaska sono pure, quindi da utilizzare al bisogno, oppure diluire in una boccetta ed assumere secondo le modalità di Bach.

E’ da ricordarsi però che la floriterapia non è sintomatologica, quindi ogni persona dovrà trovare i fiori che più sono più utili al proprio stato emotivo alterato che come conseguenza porta il non riuscire a concentrarsi, sostituendo o integrando i fiori elencati.

Privacy e cookie: Questo sito utilizza cookie. Continuando a utilizzare questo sito web, si accetta l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni, leggi qui: Informativa sui cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close